BIEN DANS MA VOIX, BIEN DANS MA VIE.

“La psicofonia è un percorso auto-esperienziale di armonia vitale che utilizza, attraverso la voce parlata e cantata, le corrispondenze tra Uomo, Suoni, Ritmi, Parola, creando pazientemente una sintesi personale di conoscenza ed equilibrio.” Marie-Louise Aucher

Marie-Louise Aucher (1908-1994), era una musicista e cantante francese. Dal 1960 era stata analizzata la corrispondenza tra le vibrazioni dei suoni e il corpo umano, fondando così un nuovo tipo di psicofonia: un approccio innovativo nell’insegnamento dell’emissione della voce, legato all’aspetto del canto; il metodo è stato riconosciuto dall’Académie des Sciences di Parigi.

PSYCHOPHONY è un metodo di addestramento umano che utilizza VOICE come strumento di lavoro, attraverso suoni, canzoni e parole.

LA NOSTRA VOCE COME MEZZO PRIVILEGIATO DI EVOLUZIONE E DI CONOSCENZA

La voce è intesa come l’espressione più privilegiata della nostra identità originale e quando è ascoltata, accettata e compresa, rende possibile entrare in profondo contatto con il nostro mondo interiore, esprimere noi stessi e comunicare la nostra verità.

VOCE E CORPO – UNO STRUMENTO INTERO PER LA VIBRAZIONE

La voce abita il nostro corpo, viene emessa e modulata grazie ad essa. Ascoltare le vibrazioni del corpo ci permette di riconoscere i nostri sentimenti e di aderirli.

I cinque sensi arricchiscono la percezione del proprio sentimento, descrivono le sue qualità e consentono un’espressione più ricca e definita.

Il ritmo, vissuto attraverso il corpo, stimola la vitalità, il dinamismo, struttura l’azione, organizza, articola e definisce.

Melodia e poesia ci consentono di esplorare la dimensione emotiva e affettiva e arricchire il nostro significato con significato.

La solidità, il sostegno e il flusso del respiro ci permettono di percepirci nella nostra verticalità, stabilità e unità e, a partire da qui, entrare in una relazione con gli altri.

Grazie a Elisa Benassi – Essere Voce
e Cristiana Bombonati – Cantare mi fa
e a tutti i miei amici che hanno condiviso con me l’esperienza della Voce